Intervista ad un Consulente Finanziario Indipendente

intervista ad un consulente finanziario indipendente

Ricevo quotidianamente molte domande da parte dei lettori del Blog.

Alcune di queste sono indirizzate al ruolo del Consulente Finanziario Indipendente e in cosa consiste il percorso di consulenza.

Ho pensato quindi di intervistarne uno e rivolgergli tutti i quesiti.

Alla fine dell’intervista il consulente è andato oltre e ha deciso di offrire un bonus per gli iscritti alla Newsletter (dettagli a fine articolo).

Matteo: Buongiorno e benvenuto su questo Blog. Molti lettori di MyPecunia sono curiosi di approfondire il ruolo del Consulente Finanziario Indipendente. Mi faccio quindi portavoce delle loro domande. Se volessi cominciare un percorso di consulenza, come funziona? Quali tappe sono previste?

CFI: Buongiorno. Si, ottima domanda. Il percorso di consulenza si struttura principalmente in 3 tappe.

La 1^ tappa è d’incontro e di conoscenza.

Questa fase mi aiuta a capire qual è il tuo punto di partenza e quali sono i tuoi obiettivi.

Per fare ciò, raccolgo quante più informazioni posso, dalla tua composizione familiare, agli impegni debitori, dalla tua situazione previdenziale, alla situazione assicurativa, che tipo di lavoro fai, ecc.

Infine, ti chiedo di mostrarmi la composizione di eventuali investimenti già in essere (deposito titoli, strumenti finanziari ecc…).

Matteo: Ok, chiaro. Poi cosa succede?

CFI: A questo punto comincia la 2^ tappa, ovvero la presentazione dell’analisi svolta e la spiegazione del percorso di consulenza.

Sulla base delle informazioni ricevute effettuo la mia analisi e ti faccio vedere un quadro completo della tua situazione e, se ci sono da fare delle correzioni o da prendere delle strade alternative, ti mostro delle proposte e valutiamo insieme il da farsi.

Matteo: Quindi è un percorso che si fa insieme?

CFI: Assolutamente si.

E’ fondamentale che tu capisca cosa sta succedendo.

E’ una delle differenze fondamentali rispetto a quando si va in Banca.

Anche perché devi essere tu, con il mio aiuto, a prendere le decisioni finanziarie che ti riguardano.

La 3^ tappa è la fase di azione.

Una volta deciso il percorso, ti aiuto a costruire il/i portafoglio/i adeguati a raggiungere i tuoi obiettivi o ad aggiustare gli investimenti già in essere.

In realtà mi preoccupo di valutare anche la tua situazione previdenziale e assicurativa, se ne hai bisogno.

Del resto fa tutto parte della tua pianificazione finanziaria.

Matteo: E quanto dura questo percorso?

CFI: La fase di conoscenza, analisi e sistemazione del portafoglio mediamente dura circa un anno.

Bisogna sempre tenere in considerazione che i mercati sono sempre in movimento e bisogna tararsi sulla base del loro andamento.

I tempi di implementazione del portafoglio “corretto” possono variare.

Matteo: Basta così? Finisce qui?

CFI: In realtà no. Il portafoglio di investimenti va monitorato nel tempo e ribilanciato a seconda dell’andamento dei mercati.

Se hai esigenza che io lo segua si tratta di incontrarci mediamente 3-4 volte l’anno, a seconda dei casi.

Matteo: Ho capito. Mi è però venuto un dubbio. E se non capisco come è composto il mio portafoglio e come funzionano gli strumenti finanziari?

CFI: Durante tutto il percorso di consulenza c’è una parte di apprendimento e di accrescimento della tua cultura finanziaria.

Io ho tutto l’interesse affinchè tu riesca a capire che direzione stiamo prendendo insieme, perché deve essere il più aderente possibile alle tue esigenze.

Il mio obiettivo primario è soddisfare i tuoi bisogni, e se tu non riesci a capire, non sto facendo bene il mio lavoro.

Matteo: Ok, ho un altro dubbio. Se intraprendo questo percorso sono costretto a cambiare banca?

CFI: Assolutamente no! Si fa insieme una valutazione dei costi legati alla tenuta del conto corrente in essere e, nel caso in cui ci sia un margine di miglioramento, si può intervenire, magari cambiando istituto.

In realtà dipende dalla tua volontà, se ti trovi bene e non è eccessivamente costoso, non vedo grossi problemi a lasciare le cose come sono.

Matteo: Ma esattamente quanto costa il servizio di consulenza?

CFI: La mia remunerazione è a parcella. Per capirci: se ho un problema di tipo fiscale contatterò un commercialista, se ho un problema sanitario chiamerò il medico, se ho un’esigenza in ambito finanziario dovrò avvalermi di un Consulente Finanziario Indipendente.

Il valore aggiunto della consulenza iniziale è molto alto, perché rende efficiente l’organizzazione della tua posizione finanziaria.

Ciò finisce per avere effetti sul lungo termine, quindi la parcella iniziale andrebbe “ammortizzata” nel corso della durata di tutti gli anni degli investimenti.

Chi poi vuole continuare e avere il monitoraggio e i ribilanciamenti avrà 3-4 parcelle l’anno, da tararsi sul livello di impegno e di richiesta.

Matteo: A chi si rivolge la consulenza? Per chi è adeguata?

CFI: Chiunque può accedere alla consulenza. Stiamo comunque parlando di persone che non si accontentano di dare fiducia incondizionata alla Banca e vogliono capire e prendere il controllo del proprio denaro.

E’ l’unico modo per fare delle scelte consapevoli e adeguate a sostenere le proprie passioni ed il proprio stile di vita.

Matteo: Se ti chiedessi di venire in Banca con me a gestire la relazione?

CFI: Verrei molto volentieri. In realtà le persone provano un certo livello di soddisfazione a mostrare le nuove competenze imparate.

Matteo: Ok, ti ringrazio. Sei stato estremamente chiaro e preciso. Vuoi lasciare un ultimo messaggio ai lettori di Mypecunia?

CFI: Si, vorrei dire che, a differenza di altre esperienze, un percorso di consulenza finanziaria può anche iniziare e terminare in un paio di incontri, senza necessariamente protrarsi oltre.

Consiglio a tutti di valutare questa opzione, almeno per capire se si è sulla strada giusta o se c’è bisogno di una mano per sistemare la direzione.

I risvolti in termini di minori costi, maggiore organizzazione, migliore conoscenza e rendimenti più adeguati ha degli indubbi vantaggi nel corso del tempo.

 

Il Consulente Finanziario Indipendente di questa intervista ha concordato un’ora di consulenza gratuita con tutti gli iscritti alla Newsletter di MyPecunia che ne hanno necessità.

Se sei interessato, puoi trovare i dettagli di accesso all’ora gratuita nell’area riservata solamente agli iscritti.

Approfittane subito!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E ACCEDI ALL’AREA RISERVATA!

Lascia un commento