Cos’è un ETF e perchè diventerà uno dei tuoi migliori amici

Cosa sono gli ETF

Oggi ti voglio parlare di uno strumento finanziario. In realtà è uno dei tanti che puoi trovare in circolazione, quindi perché dovresti conoscerlo?

Semplice, perché questo strumento potrebbe diventare presto il tuo nuovo migliore amico.

Dopo le dovute presentazioni, se lo tratterai bene, ti garantisco che ti sarà molto riconoscente e ti mostrerà la sua gratitudine tutti gli anni.

Come gli amici più fidati che ti fanno il regalo di compleanno, anche lui ti consegnerà un dono, uno di quelli che, sono convinto, apprezzerai parecchio.

Lasciami utilizzare questa metafora per spiegarti che cos’è un ETF*.

 

Che cos’è un ETF

Come dicevamo, il tuo nuovo migliore amico si chiama ETF.

Tutti abbiamo amici diversi. Ci sono quelli che si preoccupano per te e che si assicurano che tu non corra troppi rischi e poi ci sono quelli che ti spronano a lanciarti in nuove avventure e nuove sfide.

ETF fa parte della seconda categoria di amici e adesso ti spiego il perché.

Innanzitutto, per avere un ETF all’interno del proprio “portafoglio” di amici è necessario aver acquisito un po’ d’intelligenza finanziaria.

Sì, perché ETF è uno strumento intelligente e coniuga al suo interno diversi pregi, tra cui le migliori caratteristiche dei suoi genitori, Azione e Fondo Comune di Investimento.

Azione

Sua madre Azione è molto dinamica e sicura di sé. A volte è impulsiva e le piace anche cambiare opinione con un’alta frequenza, motivo per cui ha bisogno di poter essere “negoziata”, ossia scambiata, velocemente sul mercato.

Dall’altro lato però è anche un po’ rigida. Quando le si forma un’opinione in testa non la si smuove più. Purtroppo questa caratteristica le chiude un po’ la mente. Azione non ha una visione molto “diversificata” della vita.

Fondo Comune

Suo papà Fondo Comune, invece, ha un carattere molto pacato. A lui piace starsene seduto ad approfondire le sue letture per ore ed ore. Spaziando su vari argomenti, la sua mente è molto aperta e “diversificata”. Inoltre Fondo Comune è molto saggio e prudente e preferisce sempre ragionare, prima di agire. L’altra faccia della medaglia è che se gli chiedi di prendere una decisione veloce, molto probabilmente brontolerà. A lui non piace essere “negoziato” (scambiato) con la stessa velocità di Azione.

Quindi, entrambi i suoi genitori hanno caratteristiche positive e qualche difetto qua e là.

 

Un nuovo migliore amico

ETF invece è eclettico ed intelligente. E’ stato cresciuto con un’educazione molto precisa, anche se poi ha deciso di fare di testa propria e di prendere il meglio di entrambi i suoi genitori.

E’ veloce e dinamico come Azione e contemporaneamente con la mente aperta e saggia come Fondo Comune.

Questa metafora ha l’obiettivo di farti capire che gli ETF sono strumenti finanziari molto interessanti, perché coniugano le caratteristiche principali e positive delle azioni e dei fondi comuni d’investimento.

cosa sono gli ETFCosì come le azioni, sono strumenti che si possono scambiare velocemente sul mercato. Questo è importante, perché se si presentano degli scenari avversi o se si ha il bisogno di “cambiare idea”, è importante poter “negoziare”, cioè scambiare questi strumenti il più velocemente possibile. L’altro vantaggio è di poter approfittare del momento di mercato. Se uno strumento ha un determinato prezzo, che valutiamo interessante, dobbiamo poterlo scambiare in quel momento, non quando tale prezzo sarà molto diverso e ci farà perdere l’opportunità.

Questa caratteristica non è il pezzo forte dei Fondi Comuni che, scambiati sulla base di Aste, hanno dei tempi tecnici diversi, più lenti.

Dai Fondi Comuni d’Investimento invece gli ETF hanno ereditato l’effetto diversificazione.

Cosa sono gli ETFEsattamente come il suo “genitore”, un singolo ETF racchiude al suo interno un insieme (in termini tecnici detto “paniere”) di titoli. Questa caratteristica permette di avere accesso ad investimenti meglio bilanciati e più protetti, che riducono il rischio generale del portafoglio.

A differenza dei Fondi Comuni però, gli ETF hanno il vantaggio di essere strumenti che costano molto meno.

Voglio spiegarti i motivi nel modo più semplice possibile.

I Fondi Comuni e gli ETF possono essere divisi in due tipologie:

  • A gestione attiva
  • A gestione passiva

In qualità di “paniere di titoli”, entrambi questi strumenti hanno bisogno di una persona (il gestore del fondo) che si occupi di comprare e vendere i titoli al suo interno.

Quando fanno questa operazione, i gestori del fondo, di solito, cercano di replicare la composizione dei principali indici di borsa (S&P 500, Nasdaq ecc…). Il motivo è semplice: vogliono avere gli stessi risultati e guadagni di questi indici. In gergo tecnico c’è un nome per questi indici di riferimento, si chiamano “benchmark”.

Avere una gestione attiva significa che il Gestore vuole in realtà battere i risultati del benchmark e quindi avrà un’ operatività molto elevata, alla ricerca del mix perfetto di titoli da tenere nel suo fondo comune, che gli garantiscano guadagni superiori.

Questo tipo di attività è quindi molto costosa, e le spese si ribaltano sull’investitore finale che compra le quote del fondo.

Al contrario, una gestione passiva significa “replicare” la composizione del benchmark e seguirne l’andamento, senza alterare quasi nulla. Qui i costi sono molto ridotti.

Gli ETF a gestione passiva, quindi, hanno il forte pregio di essere molto più economici e convenienti.

Considera che il prezzo degli ETF si trova mediamente tra lo 0,15% e l’1%, mentre i Fondi Comuni hanno un costo medio del 3,17%. Una bella differenza!

Come tutti i migliori amici che si rispettino, alla fine dell’anno l’ETF ti porterà in dono un guadagno superiore, dato da un interesse che non subirà il peso di spese e commissioni troppo elevate.

 

Adesso che hai capito che cos’è un ETF, inserirne qualcuno nel proprio portafoglio titoli, o costruirne uno da zero con questi strumenti potrebbe essere un ottimo argomento di discussione con il tuo Consulente Finanziario Indipendente.

Se ancora non ne hai uno, sono convinto che ora hai un motivo in più per prendere un appuntamento e discutere di come costruire un investimento mirato in ETF.

Se vuoi approfondire questi e altri argomenti iscriviti alla newsletter e scarica gratuitamente il Report per cominciare ad investire.

A presto!

ISCRIVITI ORA E SCARICA IL REPORT

 

*ETF (Exchange-Traded Fund)

Lascia un commento